HMI SCADA

Gli impianti e le macchine controllate da sistemi automatici devono comunque rispondere ad un requisito fondamentale che è quello di avere un interfaccia uomo-macchina semplice, versatile e completa in modo da rendere facile la gestione e il controllo del sistema a coloro che lo devono far funzionare al meglio delle sue capacità produttive.

A seconda della dimensione del sistema si può passare da un semplice pannello operatore con le funzionalità base ad un sistema più complesso e variegato che richiede l’utilizzo di uno o più PC equipaggiati di software di supervisione.

Pertanto possiamo dire che HMI (“Human machine interface” o “interfaccia uomo-macchina”) e Scada (“Supervisory Control and Data Acquisition” o “Sistema Supervisore di Controllo e Acquisizione Dati”) sono due termini strettamente correlati tra loro ed hanno come comune denominatore la figura dell’operatore o del tecnico di supervisione alla produzione.

La progettazione di un sistema di visualizzazione e controllo deve sempre tener conto del progetto software del sistema intelligente che ne governa l’impianto, per questa ragione normalmente F2A tende a far sì che i propri progettisti siano in grado di gestire sia la parte software di PLC, controllore speciale e/o DCS che l’applicazione HMI/SCADA; i 2 progetti anche se divisibili sono in realtà correlati e dipendenti l’uno dall’altro.

Al passo con queste innovazioni tecniche, F2A è in grado di fornire sia progetti completi che software specifici con i quali è possibile avere una maggiore integrazione fra sistemi informativi industriali. L'offerta di SCADA, tracking di produzione, analisi statistiche e scambio dati con livelli gestionali superiori è orientata all'individuazione, da parte del cliente, di strategie di controllo aziendale sempre più efficienti.

Lo sviluppo dei programmi su PC per sistemi di supervisione viene eseguito usando sia pacchetti scada, tra i quali WINCC, TIA PORTAL, FACTORYTALK, INTELLUTION, IFIX, CITECT e molti altri, sia linguaggi di programmazione come Visual Basic, Visual Studio, C++ etc.

F2A utilizza per i propri HMI sia librerie di terze parti (come PlantPAx per Rockwell o APL per Siemens) sia oggetti realizzati autonomamente e spesso adattati secondo le specifiche necessità del cliente.

Indipendentemente dalla piattaforma hardware/software utilizzata, i nostri progetti tendono a mantenere determinati standard e requisiti chiave:

  • Semplicità della navigazione
    L’utilizzo e le relative informazioni sono chiare ed immediate, sia che si tratti di parametri di uso frequente che siano dati utilizzati saltuariamente.
  • Allarmistica, diagnostica e sicurezza
    Eventuali guasti o malfunzionamenti vengono segnalati all’operatore in modo da poter intervenire tempestivamente.
  • Accessi personalizzati e differenziati
    Nel caso ci siano operatori con diverse mansioni, vengono gestiti dei profili con relativi permessi personalizzati in base alle esigenze lavorative.
  • Interfaccia con sistemi superiori
    Se necessario viene implementata un’apposita connettività con altri strumenti presenti in azienda, per poter trasmettere e comunicare velocemente dati e parametri.

La nostra esperienza ci ha permesso di affrontare anche nel settore delle interfacce operatore differenti tipologie di applicazione che spaziano in tutti gli ambienti dell’industria (meccanica, chimica/farmaceutica, depurazione e trattamento acque, ecologia e recupero prodotti, condizionamento e Automotive).

Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser